Blog INTENZIONE | Paolo Ruggeri - Miglioramento personale, crescita imprenditoriale
Blog
19/08/2020
INTENZIONE
Alcune persone non si arrendono mai e se gli è stato assegnato di scovare due programmatori che parlino cinese a Calolzio Corte non si danno pace finché i due benedetti programmatori non arrivano in questa ridente cittadina in provincia di Brescia, a costo di andarli a prendere in Cina o a costo di visitare tutti i ristoranti cinesi della lombardia fino a quando non trovano qualcuno che parli mandarino disposto a farsi un corso di programmazione.

Lo so significa che dovrai mangiarti un sacco di ravioli al vapore e che dopo un po' non sopporterai più gli involtini primavera ma resta il caso che sono queste le persone che costruiscono le grandi imprese, che pubblicano i libri di successo e che costruiscono le reti vendita che spaccano. Gli altri sono solo dei sognatori. Sognano, parlano, sognano ma non mettono mai in campo l'intenzione.

Mi ricordo un anno, il 1992, nel quale io e Andrea Condello abbiamo imbustato in prima persona 100.000 lettere e attaccato 100.000 indirizzi e francobolli a mano così da far sapere -con due spedizioni postali - a TUTTE le aziende in provincia di Roma che noi c'eravamo sul territorio ed eravamo pronti a servirle. Nonostante anche altri fattori sono intervenuti, la nostra intenzione e decisione di fare accadere le cose era totale. Noi eravamo GIA' di successo quando imbustavamo le lettere e non poteva essere altrimenti. Significa imbustare e spedire 1000 lettere ogni tre giorni e significa anche che OGNI soldo che guadagni lo ri-investi nel marketing.

Il libro Le 10 Regole del Successo non è stato scritto perché non avevo niente da fare e quindi ho pensato che sarebbe stato figo avere un bel libro da mostrare ai clienti ma perché serviva e non avevo altra scelta che scriverlo.

Le migliaia di pagine dei Manuali MBS non sono state scritte perché a me piaceva scrivere e quindi un bel giorno mi sono detto "Cià che mi metto qui a scrivere un po' di manuali" ma perché c'erano delle necessità da parte dei clienti e qualcuno doveva ricercare chi aveva risolto quei problemi con successo e mettere assieme dei manuali. E quindi l'ho fatto io anche se all'inizio non sapevo farlo.

Quindi anche se è bello parlare dei sogni e dei progetti e delle alleanze di cervelli, tutto alla fine comincia con te che imbusti le tue cinquecento lettere ogni tre giorni (le altre 500 le fa condello...), gli attacchi l'adesivo con l'indirizzo e il francobollo e che ti mangi i tuoi bei ravioli al vapore tutte le sere fino a quando non hai trovato il programmatore cinese per Calolzio Corte.

Per FARE le cose bisogna liberare un'intenzione della miseria e aggredire ogni obiettivo IMPORTANTE con il MASSIMO della tua forza. Allora alla fine vinci.

 
 
 
Scarica allegato
Newsletter

Desideri rimanere aggiornato sui temi del management e della gestione d'impresa?

Iscriviti ora alla nostra Newsletter. Condividi la conoscenza e scopri come migliorare stabilmente le tue performances aziendali.

ISCRIVITI
X
i
Il sito utilizza solo cookie tecnici. Tramite il sito sono installati cookie di terze parti (tecnici e profilanti). Chiudendo il banner, l'utente accetta l'utilizzo di tutti i cookie. Per maggiori informazioni, anche in ordine alla disattivazione, è possibile consultare l'informativa cookie completa.
ACCETTA