Blog RICORSO AL TAR, AZIENDE, ALBERGHI E PROFESSIONISTI LEGATI AL TURISMO DELLA MONTAGNA | Paolo Ruggeri - Miglioramento personale, crescita imprenditoriale
Blog
14/01/2021
RICORSO AL TAR, AZIENDE, ALBERGHI E PROFESSIONISTI LEGATI AL TURISMO DELLA MONTAGNA
Assieme all''avvocato Manuel Verde
e ad un pool di avvocati bolognesi stiamo preparando un ricorso al TAR per invalidare il recente DPCM, per quel che concerne tutta la sezione relativa al blocco delle attività sciistiche.

Riteniamo, infatti, che tale misura sia iniqua e crei eccessivi danni a una importante filiera del turismo italiano. Non chiediamo di lasciare mano libera ai contagi, chiediamo invece LA VOLONTA' dello Stato di non discriminare un'importante categoria e di lavorare con essa per mettere a punto le misure di sicurezza che aiuteranno a ridurre i contagi da queste attività pressoché allo zero.

Abbiamo già alcuni ricorrenti, cioè le persone per le quali presentiamo il ricorso, ma ne abbiamo bisogno di altri. Stiamo ricercando albergatori con alberghi in località sciistiche, proprietari o gestori di impianti, ristoratori, maestri di sci e qualsiasi altra attività economica legata a questa filiera che ritiene di essere stata danneggiata. I ricorrenti non dovranno sostenere alcuna spesa in quanto le spese del ricorso saranno sostenute da Imprenditore Non Sei Solo e da OSM.

Perché è IMPORTANTE partecipare a queste iniziative: contrariamente a quello che può sembrare il Governo, siccome sente di avere mano libera e non incontra alcuna opposizione, continua ad aumentare in modo generale e arbitrario le misure che mettono in difficoltà le imprese, senza mettere in campo la VOLONTA' di trovare un equo compromesso tra le misure di protezione sanitaria, necessarie, e il preservare l'attività economica delle imprese del territorio, altrettanto importante e necessaria. Così facendo migliaia di famiglie e interi settori economici stanno venendo messi in fortissima difficoltà.

Circolano già voci che, nella sola città di Venezia, ci siano già diversi alberghi ed attività economiche chiuse e messe in vendita dai proprietari che non riescono più a farci fronte.
Non possiamo stare solo a guardare, altrimenti vedremo la pressione solamente aumentare, senza peraltro che venga risolta la condizione sanitaria ma con il solo effetto di distruggere la vita economica di molte persone.

Noi non vogliamo sollevare un problema politico, però vogliamo che lo Stato metta in campo la VOLONTA' di preservare queste attività economiche.
Chiunque fosse interessato a fare da ricorrente, mi scriva privatamente su Messenger. Grazie per il vostro aiuto.
Scarica allegato
Newsletter

Desideri rimanere aggiornato sui temi del management e della gestione d'impresa?

Iscriviti ora alla nostra Newsletter. Condividi la conoscenza e scopri come migliorare stabilmente le tue performances aziendali.

ISCRIVITI
X
i
Il sito utilizza solo cookie tecnici. Tramite il sito sono installati cookie di terze parti (tecnici e profilanti). Chiudendo il banner, l'utente accetta l'utilizzo di tutti i cookie. Per maggiori informazioni, anche in ordine alla disattivazione, è possibile consultare l'informativa cookie completa.
ACCETTA